logo

I piccoli grandi miracoli di ogni giorno…

Vabbè… martedì scorso sera, come di consueto, avevo rivolto un pensiero a Dio chiedendogli protezione.

E come di consueto, sono uscita a pattinare con i miei amici di Milanoskating.

Sulla bellissima strada del ritorno non ho rispettato la distanza di sicurezza con una mia compagna che correva subito davanti a me.

Di conseguenza non potevo vedere eventuali ostacoli.

Quindi, in una frazione di secondo, vedo una serie di tavolini piegati e appoggiati alla parete esterna di uno dei locali…

Non solo li ho investiti, ma non ho avuto, nella stessa frazione di secondo di cui sopra, neanche il tempo di parare la caduta con le mani.

Sono caduta sulla mia faccia, senza protezione, con tutto il mio peso, e la velocità di impatto.
Non ho capito più niente.

Sentivo le voci dei miei compagni che cominciavano a prestarmi soccorso, a rialzarmi, a farmi sedere, a porgermi del ghiaccio troppo duro, mi fa male se non è tritato, ecco che arriva il ghiaccio tritato, ho perso il mio piercing, il mio storico brillantino, ma Chiara lo ritrova, anche se è piccolo come uno spillo in miniatura.

E poi i primi commenti, le prime domande. Si sarà rotto? La cameriera: ” Portatela a fare una lastra”…

Un pensiero al garage che chiude e io devo entrare in tempo, come cenerentola, non importa se sono rintronata, devo tornare a casa!!!

Ed ecco uno dei tutor che mi prende per mano e mi accompagna, perché c’è dell’altro pavé più avanti, meglio non rischiare. Mi spinge per tutta la salita verso piazza Gae Aulenti. E in discesa, faccio il rimorchio perché mi sento uno straccio.

Quanta adrenalina per lo spavento, potrei già dormire…

E poi arriva l’altro tutor, quindi ne ho due di mani impegnate, due angeli mi portano a destinazione.

Bilancio della serata: piercing miracolosamente ritrovato, occhiali intatti, e il mio naso, gonfio ed escoriato, nonostante abbia sopportato il mio peso più la velocità d’impatto, non si è rotto.

E oggi sono qui a raccontarvelo, respirando attraverso le narici.

Il prossimo che mi dice che Dio non esiste o se c’è se ne frega, e che le preghiere non servono a nulla, beh…

Ne ho parecchie di storie da raccontare, e questa è la più recente.

Non siamo soli. Proprio no.

Buona giornata a tutti!!

  • Share

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *